Home » Chi siamo

Chi siamo

Gli Animali

Gli Animali - Allevamento Testudo

Attualmente vi sono 9 femmine in età riproduttiva, due maschi, alcuni  subadulti e parecchi piccoli di pochi anni.  Da settembre 2014  è presente anche una giovane coppia di Testudo Hermanni Hercegovinensis  di circa 7/8 anni  che ovviamente alloggia in un recinto a parte. Da luglio 2015  l'allevamento  ospita una cinquantina di esemplari sopratutto baby e sub-adulti di Testudo hermanni  boettgeri  ovviamente anche per loro vi sono recinti a parte. 

I maschi, escluso il periodo degli accoppiamenti, sono separati dalle femmine per evitare a queste ultime   un eccesso di stress date le continue avances cui sarebbero sottoposte.  

Nel periodo maggio-luglio anche le femmine sono in qualche modo separate tra di loro per consentire di individuare le deposizioni che generalmente avvengono su piccole montagnole di terra poste nei recinti.  

Le Femmine

Le Femmine - Allevamento Testudo

     
Le femmine sono solitamente più grandi di dimensioni rispetto ad i maschi, la forma è più tonda ed il piastrone è piatto.
La loro coda è solitamente cortissima e i gli scuti anali del piastrone formano un angolo molto più chiuso rispetto a quello che formano  nei maschi. 

Per quanto mi riguarda non  ho mai assistito ad episodii di scontro tra le femmine: anche quando  è stato inserito (dopo la quarantena) qualche nuovo esemplare nel recinto l’atteggiamento è stato di totale  indifferenza, con l'esclusione di sporadici casi  in cui le due femmine si sono scontrate per effettuare la deposizone delle uova nello stesso  posto (in effetti non hanno deposto fino a che non le ho sistemate in recinti separati ) per il resto  si  ignorano  completamente.

I Maschi

I Maschi - Allevamento Testudo

Si distinguono dalle femmine da alcuni particolari; primo fra tutti la lunghezza e la dimensione della coda, ove alloggia l’organo riproduttivo, quella del maschio è decisamente più grande, mentre le dimensioni dell’animale sono minori, il piastrone è leggermente concavo al fine di facilitare l’accoppiamento.

Può capitare che alcuni esemplari siano piuttosto aggressivi anche con le femmine e che il continuo tentativo di accoppiarsi, date le modalità piuttosto violente, procuri ferite a queste ultime.  

Per questo motivo io solitamente li lascio nello stesso recinto solo a periodi alterni.

Possono essere aggressivi anche fra di loro  seppur in assenza di femmine, nel mio caso i due maschi    hanno alcuni sporadici “scontri” anche se molto spesso il più’ vecchio (dominante) si muove tranquillamente nel recinto e l’altro ha cura di non farsi trovare nella stessa zona.    

I Sub-Adulti

I Sub-Adulti - Allevamento Testudo

Sono presenti alcuni esemplari sub-adulti, per i quali mi è ancora impossibile definire il sesso. Il loro peso si aggira attorno ai 150/300 grammi.
Uno dei maggiori rischi  che si corre nella crescita dei piccoli animali è quello della cosiddetta “piramidalizzazione” del carapace (crescita a piramide degli scuti).  Pare che una delle cause principali sia una dieta errata, ossia troppo abbondante, troppo ricca di proteine e povera di calcio; inoltre influisce molto anche  la mancanza di umidità che genera quindi una sorta di disidratazione.  Altra causa di questa malformazione potrebbe essere il mancato letargo: in pratica l'animale non gode del periodo di riposo previsto in natura e continua a mangiare crescendo  troppo in fretta.  Inserisco  di seguito  foto di un mio esemplare  cresciuto un po troppo rapidamente che  presenta  inizio di piramidalizzzione.

I Piccoli

I Piccoli - Allevamento Testudo

Come detto in precedenza, attorno al 55esimo giorno iniziano a schiudersi le uova; le piccole testuggini, che di solito pesano circa 11 grammi, si presentano  leggermente deformate e con il guscio non ancora duro. Entro pochi giorni iniziano a nutrirsi e a tal scopo lascio a loro disposizione foglie di tarassaco o di radicchio stagliuzzate in modo che ne sia più agevole l'assuzione. Le tengo in un piccolo contenitore dentro casa per pochi giorni per poi metterle in giardino direttamente sul terreno protette da un piccola gabbia senza il fondo. Naturalmente essendo piccolissime faccio molta attenzione a chiudere eventuali vie di fuga. Dentro al loro piccolo recinto metto un contenitore  molto basso con acqua e qualche rifugio che le protegga dal troppo sole o dalla pioggia.  Visto che di solito le nascite avvengono all'inizio di agosto per due mesi pieni possono restare all'aperto senza grossi problemi. Nonostante quasi tutti gli esperti sostengano che già dal primo anno possano affrontare  con successo il letargo all'aperto io finora ho sempre fatto passare il primo inverno facendo un letargo controllato oppure in casi particolari in terrario con substrato in fibra di cocco, lampada UVB e UVA.  In questo modo le tartarughe arrivano alla tarda primavera  dell'anno successivo raggiungendo un buon peso e possono essere messe definitivamente all'aperto verso inizio/ metà del mese di aprile. 

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo