Home » Le Incubatrici

Le Incubatrici

Generale

Generale - Allevamento Testudo

Già dal primo anno in cui, a sorpresa, la Femmina grande ha deposto le uova, mi sono dotato di una incubatrice. Questa scelta mi era stata più o meno consigliata  da tutti, in quanto incubando le uova si ottiene una percentuale di schiuse   molto più alta.  La prima incubatrice che ho preso  è molto capiente ma anche piuttosto ingombrante oltre a non essere molto avanzata tecnologicamente: all'inizio non aveva nemmeno il termostato e la temperatura era da controllare e variare manualmente; poi successivamente  ho fatto montare il termostato collegato alla sonda quindi ora è molto più gestibile. Le schiuse sono comunque state sempre  almeno il 90% . Poi causa un guasto  (in corso di incubazione) ho dovuto   acquistarne subito   una seconda,   che è decisamente più' professionale, con termostato  e con  ventola di raffreddamento in caso la temperatura si alzi troppo,  però  è decisamente  meno capiente. Anche  con questa incubatrice la percentuale di schiuse è sempre stato molto alta  a parte l'anno 2012  in cui purtroppo  vi è stato un calo notevole –pari a circa il 60%- causato probabilmente da alcuni problemi di salute del mio maschio  “ storico”.  Questa seconda  incubatrice potrebbe anche fungere da frigorifero per l'ibernazione delle Testuggini  anche se io a tale scopo non l’ho ancora mai utilizzata.


 

 

 

 

  

Gestione Incubatrice

Gestione Incubatrice - Allevamento Testudo

 

Come detto  prima, incubare le uova oltre a consentire di avere molte più schiuse  accorcia anche i tempi .  Nella mia esperienza   con i parametri che  dopo citerò   ho avuto le schiuse  tra i  52 e i 68 giorni,  ma  questi dati devono chiaramente  essere intesi  come  indicativi    in quanto  la mia è una esperienza abbastanza limitata  per numero di  uova e di esemplari .   

L’incubazione andrebbe effettuata ad una temperatura media  compresa tra i  29 e i 32 gradi. La temperatura inoltre pare essere decisiva sia nel determinare il sesso che nel velocizzare i tempi dello sviluppo embrionale:    più la temperatura è alta e prima si sviluppano gli embrioni, con una percentuale di femmine nettamente superiore. Non appena mi accorgo di una deposizione,   scopro  molto delicatamente il nido, segno  con una matita la parte superiore dell’uovo (per assicurarmi che non venga mai  nemmeno accidentalmente capovolto)  poi tolgo le uova dal nido  e le adagio in una vaschetta nella quale ho già messo della vermiculite, faccio in modo che siano ricoperte più o meno fino a metà uovo e le sistemo nell’ incubatrice.  In alcuni testi si sostiene che sia opportuno mettere le uova in modo che si tocchino una con l'altra, come  nel nido naturale in quanto, quando il primo inizia a rompere l'uovo produce delle vibrazioni che "darebbero la sveglia" anche alle altre sollecitandondole a rompere il guscio a loro volta. Mantengo quindi la temperatura attorno ai  31.5 gradi; nella parte inferiore dell’incubatrice inoltre, tengo una paio di ciotole con dell’acqua  per  alzare il tasso di umidità (dovrebbe essere attorno al  75/80 percento);   ovviamente  modifico l’umidità aggiungendo o togliendo contenitori con  acqua.   

 

 

 

 

 

 

 

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo

Allevamento Testudo